Chiudendo questa notifica o navigando sul sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.  Maggiori informazioni

Home | Versione accessibile | Link | Ricerca personale | Mappa del sito | Contatti

L'Alfabeto del rifiuto

+

Raccolta differenziata

+

TI@WEB

+

Servizio Porta a Porta

+
Archivio news
Presentata la Carta dei Servizi 2008
Quando si parla di rifiuti è giusto sottolineare che questi sono l’anello finale della catena del sistema di produzione, distribuzione e consumo delle merci: un sistema che coinvolge singoli individui, famiglie, comunità e imprese. Un sistema che è influenzato non soltanto da fattori economici, ma anche da aspetti psicologici e comportamentali. La normativa nazionale in materia di rifiuti ha previsto il raggiungimento del 65% di racconta differenziata entro il 2012. È un obiettivo ambizioso che anche il Comune di Genova, con l’indispensabile apporto di Amiu, è chiamato a perseguire nell’ambito di un nuovo approccio al ciclo dei rifiuti che prevede una prima fase di riduzione della produzione alla fonte ed ha, quale fulcro centrale, proprio quello della raccolta differenziata che permetta il riciclo dei materiali recuperabili. Solo con queste premesse si può poi arrivare ad una necessaria conclusione impiantistica del ciclo che sia dimensionata in modo funzionale alle nostre reali esigenze.

In questa ottica si inseriscono i progetti di raccolta differenziata “porta a porta” iniziati a Pontedecimo e a Sestri Ponente che, con altre iniziative destinate alle attività commerciali e produttive, ed in parallelo al potenziamento mirato della raccolta differenziata nelle zone attualmente scoperte, hanno lo scopo di individuare un nuovo modello di raccolta da applicare progressivamente sul territorio comunale. Parallelamente l’Amministrazione Comunale ed Amiu stanno lavorando per dotare la città di impianti destinati sia al trattamento dei rifiuti differenziati sia al trattamento della parte di rifiuto residua post raccolta differenziata, con particolare attenzione al trattamento della parte “umida” del rifiuto.

L’obiettivo è quindi quello di arrivare entro la fine dell’attuale ciclo amministrativo alla definizione di un sistema di gestione equilibrato che sia economicamente ed ambientalmente sostenibile e che permetta di superare finalmente la dipendenza dalla discarica di Scarpino con la prospettiva di una sua futura bonifica.

Amiu, Azienda pubblica che ha dimostrato in questi anni un elevato livello di efficacia e di efficienza, oggi è chiamata ad affrontare un ruolo cruciale nella evoluzione e nel completamento del ciclo dei rifiuti in città, ma altrettanto importante  sarà la risposta e la collaborazione dei cittadini genovesi: la nuova Carta dei Servizi di Amiu, che nasce nell’ambito del protocollo di intesa siglato, nel 2006, tra l’Azienda e le Associazioni dei Consumatori, rappresenta quindi per il Comune non soltanto un passo significativo per la piena trasparenza dei rapporti tra azienda ed utenti, ma anche un elemento importante per far progredire la condivisione degli obiettivi di innovazione.
torna all'archivio
AMIU comunica -

Clean App

la nuova applicazione di Amiu per dispositivi mobili
arrow

SostenibilitÓ

Consulta il bilancio di sostenibilitÓ 2016
arrow

Dillo ad Amiu

Inviaci la tua segnalazione: ti risponderemo a breve
arrow

Programma pulizia delle caditoie

Le vie interessate dagli interventi delle prossime settimane
arrow

Progetti europei

Scopri i progetti europei di Amiu
arrow

Ufficio Stampa

Scarica i comunicati stampa pi¨ recenti
arrow

Raccolta porta a porta

Quarto Alto e Colle Ometti
arrow

Questo non Ŕ un rifiuto

Scopri di pi¨ sulla raccolta dei RAEE
arrow

Le Sanzioni Amministrative

Gli ispettori Amiu e la tutela dell'ambiente
arrow

Amministrazione Trasparente

Guarda le pubblicazioni emesse da Amiu
arrow

AmmissibilitÓ agli impianti

Verifica i documenti per accedere agli impianti Amiu
arrow

Bonifiche straordinarie

Vedi le fotogallery delle bonifiche straordinarie sul territorio genovese
arrow