Home | Versione accessibile | Link | Ricerca personale | Mappa del sito | Contatti
Questo non è un rifiuto
Back Home

FAQ – RACCOLTA DIFFERENZIATA

Consulta le risposte delle domande più frequenti

DOMANDE GENERALI

Quando inizia il servizio porta a porta nei quartiere di Colle Ometti e di Quarto Alto?
Il servizio è stato avviato mercoledì 1 giugno 2016, con la rimozione degli attuali contenitori stradali, a Colle degli Ometti. Mentre a Quarto Alto il servizio inizierà venerdì 15 luglio 2016.

Perché il passaggio al sistema porta a porta?
Perché i risultati ottenuti negli anni con i cassonetti stradali mostrano una stabilizzazione su percentuali di raccolta differenziata molto inferiori rispetto a quelle previste per legge, oltre a una qualità non sempre adeguata dei materiali presenti nei cassonetti (tale da impedire l’avvio a completo recupero di quanto raccolto). Il porta a porta responsabilizza tutti nella gestione dei propri rifiuti e induce a una corretta separazione. A Quarto Alto il sistema è misto: per alcuni è domiciliare, come a Colle degli Ometti, e per altri condominiale con l’utilizzo di bidoni che si aprono con una chiave, che è stata data alle famiglie.

Il cittadino è obbligato ad accettare i bidoncini per la differenziata domiciliare?
Sì, in base alla specifica ordinanza del Sindaco (2016-135 del 21/04/2016). Il regolamento comunale prevede delle specifiche multe in caso di inosservanza.

Ma siamo sicuri che i rifiuti poi non vengono mescolati e buttati tutti in discarica?
Si tratta di una leggenda metropolitana alimentata dall’idea che non convenga il loro riciclaggio. In realtà, sarebbe autolesionista per Amiu mescolare rifiuti separati perché comporterebbe la riduzione d’introiti derivanti dalla vendita delle materie prime seconde e dall’aumento dei costi di smaltimento. 

 

RITIRO CONTENITORI 

C’è da pagare per il ritiro del kit di contenitori?
I contenitori sono forniti in comodato d’uso, quindi non c’è un costo per l’acquisto. Nessuno è autorizzato a richiedere somme di denaro nè a domicilio, nè altrove. (Se ciò avviene si tratta di un tentativo di truffa, avvisa immediatamente Vigili Urbani, Polizia, Carabinieri)

Perché devo firmare i moduli che mi vengono presentati durante la consegna dei materiali?
Perché resti traccia dell’avvenuta consegna dei contenitori.

Cosa devo fare della mia copia firmata dei moduli?
Conservatela. Contiene gli adesivi con i codici dei vostri contenitori, e in più servirà per accedere al servizio online che visualizza gli svuotamenti relativi alla vostra utenza.

Posso ritirarlo per mia sorella/amica che abita sotto?
Si, basta presentare un documento dell’intestatario della TARI.

Posso ritirarlo per mio zio che abita nell’altra via?
Si, come sopra.

 I bidoncini sono associati alla persona o alla famiglia?
Sono associati all’intestatario della TA.RI. relativa all’abitazione in cui viene effettuato il servizio. 

Devo fare qualche cosa se cambia la persona intestataria? (ad esempio mio marito/moglie cambia casa)
Si, occorre fare la variazione dell’intestatario.

Se cambio casa, me li porto via?
No, devono essere restituiti perché sono associati all’abitazione dove viene effettuato il servizio.

Nel caso di smarrimento o danneggiamento dei miei bidoncini cosa devo fare?
Segnalarlo immediatamente chiamando Amiu. Provvederemo alla consegna della nuova attrezzatura.

Nel caso di smarrimento della chiave del bidoncino condominiale cosa devo fare? 

Segnalarlo immediatamente  chiamando Amiu che provvederà alla duplicazione della chiave.

Se vado ad abitare in una zona che viene servita dal porta a porta, cosa devo fare?
Dovete mettervi in contatto con il call center o scrivere una mail a portaporta@amiu.genova.it per avere i bidoncini.

 

ESPOSIZIONE CONTENITORI 

Dove devono essere esposti i bidoncini nel giorno di raccolta?
Fuori dal portone, nel luogo stabilito in accordo con Amiu, di facile accesso da strada pubblica.

Quando bisogna esporli?
Nel giorno e ora previsti dal calendario consegnato a ciascuna famiglia. Per conoscere il calendario di Colle degli Ometti clicca qui. Per quello di Quarto Alto clicca qui.

Il bidoncino va esposto solo quando è pieno?
Sì, il bidoncino va esposto quando è pieno. Fa eccezione il rifiuto umido organico, che può essere esposto anche non pieno. 

Cosa succede se nel giorno previsto per la raccolta, non sono in casa?
E’ possibile mettersi d’accordo con un vicino per l’esposizione. In alternativa il bidoncino dovrà essere esposto nel successivo giorno previsto dal calendario per quel materiale

In caso di partenza, dove è possibile lasciare i rifiuti degli ultimi giorni?
E’ possibile mettersi d’accordo con un vicino per l’esposizione.

Cosa succede se sbaglio giorno nell’esposizione del bidone?
Nel periodo iniziale è previsto un monitoraggio Amiu per risolvere dubbi o errate interpretazioni, anche  applicando sul bidoncino un bollino che segnala l’errore. Successivamente l’utente potrà essere soggetto alle sanzioni previste nel regolamento comunale. 

Cosa fare se il contenitore non viene svuotato?
Come in tutte le cose nuove, nella prime settimane di servizio può capitare qualche episodio di mancato svuotamento del contenitore, ad esempio perché collocato in una posizione poco visibile agli operatori. I tecnici Amiu presidiano il territorio per intervenire e risolvere il problema. In ogni caso è possibile segnalare qualsiasi anomalia telefonando e scrivendo un’email a portaporta@amiu.genova.it

Cosa succede in caso di scambio di contenitori?
I contenitori non devono essere scambiati con quelli di altri nuclei familiari o vicini di casa poiché sono identificati ciascuno da un microchip contenente un codice che associa il contenitore all’utente e che viene utilizzato per registrare gli svuotamenti.

Si consiglia pertanto di rendere riconoscibile i propri bidoncini apponendo su di esso una sigla o un segno di riconoscimento come un nastro o un adesivo.

Nel caso ci si rendesse che un bidoncino è stato scambiato e non si riesca a capire con chi è avvenuto lo scambio, è opportuno contattare subito Amiu.

E se qualche furbo mette rifiuti nel mio contenitore dell’indifferenziato?
Si consiglia sempre di esporre il bidoncino grigio dell’indifferenziato (secco residuo) quando è completamente pieno e ben pressato.

Nel caso ci siano conferimenti errati ripetuti, si effettuerà un controllo puntuale all’interno dei bidoncini, fino a risalire in qualche modo al conferitore. Probabilmente, non sarà conveniente fare i furbi, sia per i controlli istituzionali, ma soprattutto per il controllo sociale nel quartiere.

Cosa faccio se i bidoncini si rompono?
I bidoni sono assegnati in comodato d’uso gratuito, quindi ogni utente deve gestirli con cura. In caso di rottura per cause accidentali può essere richiesta la sostituzione telefonando ad Amiu. Al momento della consegna del nuovo bidoncino deve essere restituito quello danneggiato.

E se me li rubano o li perdo?
Il furto o lo smarrimento devono essere comunicati telefonando o scrivendo un’email ad Amiu.

Di chi è la responsabilità dei bidoncini?
Tutti gli utenti si impegnano a ricevere i bidoncini, a conservarli in buono stato, a effettuarne pulizia e manutenzione. Come per i contenitori grandi dislocati nel resto della città, anche per quanto riguarda i bidoncini del porta a porta di Quarto Alto e Colle degli Ometti, Amiu ha stipulato idonea copertura assicurativa. Con esclusione di un uso doloso dei contenitori,  Amiu garantisce e manleva il comodatario da ogni responsabilità sia nei confronti del comodante stesso che nei confronti di terzi, dal momento del ritiro sino alla sua restituzione”

Se sono un disabile come faccio a esporre i bidoncini nel giorno previsto?
Per i disabili impossibilitati a esporre i bidoncini, Amiu ha organizzato un servizio di ritiro direttamente dalla porta di casa.
Per attivare questo servizio occorre scaricare il modulo di autocertificazione e restituirlo compilato.
Il servizio sarà svolto da un’associazione incaricata da Amiu, tramite un operatore dotato di tesserino di riconoscimento.

 

RACCOLTA DIFFERENZIATA 

Se sbaglio a separare i materiali cosa succede?
Se l’operatore nota nel bidoncino la presenza di materiali non conformi lascia un avviso di errato conferimento e il bidoncino non viene ritirato. Sarà cura di Amiu informare l’utente per verificare la natura dell’errore. Dopo una fase preliminare di ulteriore informazione, sono previste anche sanzioni, applicabili in caso di comportamenti recidivi e di evidente malafede.

Tenere l’umido organico in casa per due o tre giorni può comportare cattivi odori, come fare?
Se utilizzato correttamente, il kit per l’umido previene la formazione di cattivi odori, perché l’uso congiunto del sacchetto in mater-bi e del cestello forato sottolavello permette l’evaporazione della condensa e di conseguenza la riduzione del volume del rifiuto umido e degli odori.

Il servizio prevede il ritiro 3 volte a settimana, frequenza idonea a evitare inconvenienti di carattere igienico.

Devo lavare le scatolette, i barattoli e in generale i contenitori per alimenti prima di gettarli?
È bene sciacquare i contenitori prima di inserirli nel sacco. Infatti i residui di cibo potrebbero iniziare a decomporsi generando odori sgradevoli. Non è necessario un lavaggio approfondito con sapone. Si può ad esempio riutilizzare l’acqua di lavaggio dei piatti, senza sprecare acqua potabile. Il servizio di ritiro avviene 2 volte a settimana.

Il vento rovescia i contenitori della plastica e della carta!
Questo problema è limitato a zone, giornate e nicchie particolari. Altre esperienze ci dicono che ben presto, dopo la prima esperienza, si trovano i giusti accorgimenti, come individuare il posto riparato dal vento, chiudere il contenitore con adeguate protezioni, predisporre ancoraggi ecc.

Come proteggere i bidoncini dai cani o altri animali?
I mastelli impiegati per le famiglie sono dotati di un sistema di chiusura antirandagismo. Sta al rispetto reciproco cercare di fare attenzione agli animali domestici nei pressi dei mastelli durante le ore di esposizione.

 

QUESTIONI DI SPAZIO 

In casa non ho spazio per tenere i bidoncini della differenziata, come faccio?
Ogni utenza si può organizzare liberamente in funzione dei propri spazi. Il porta a porta è un sistema che responsabilizza in primo luogo proprio sulle quantità di rifiuti prodotte giornalmente.

Il primo suggerimento è quello di impegnarsi per ridurre la produzione di rifiuti, iniziando a modificare i comportamenti d’acquisto: scegliere ad esempio i prodotti con imballaggio ridotto, preferire le confezioni famiglia a quelle monoporzione, comprare alimenti al banco, usare le ricariche per detergenti e detersivi, riabituarsi a bere l’acqua del rubinetto.

Già adesso la raccolta differenziata è obbligatoria e le famiglie sono organizzate con contenitori per separare in casa i materiali.

I bidoncini del porta a porta sono di nuova concezione: sono antirandagismo e si possono impilare, aprendosi anche quando sono impilati. L’esperienza insegna che una soluzione c’è sempre.

 

ABC rifiuti 

Come si smaltiscono i pannolini e pannoloni?
Per chi ha in casa bambini fino ai 3 anni di età o persone che per ragioni di salute fanno uso continuativo di pannoloni, sia per la maggiore quantità di rifiuti prodotti sia per ragioni di carattere igienico Amiu ha istituito uno specifico servizio. Per attivare il servizio compilare il modulo: clicca qui per Colle_ometti e qui per Quarto Alto.

Come smaltire sfalci e potature?
A Colle Ometti  e a Quarto Alto da giugno a settembre è attivo ogni lunedì pomeriggio un servizio su prenotazione gratuito. Una volta definito l’appuntamento il materiale dovrà essere portato sulla strada (in sacchi e/o fascine) nel punto concordato per essere ritirato da Amiu. La prenotazione può essere fatto al telefono (010 8980800) o per mail portaporta@amiu.genova.it.

Perché nel bidoncino giallo devo mettere solo gli imballaggi e non gli altri oggetti in plastica?
Perché a livello nazionale la raccolta differenziata, in particolare quella della plastica, riguarda solo gli imballaggi. Sono infatti i produttori di imballaggi a pagare il contributo CONAI (consorzio nazionale imballaggi), dunque  COREPLA (Consorzio Nazionale per il recupero della plastica affiliato al CONAI) accetta solamente gli imballaggi e non gli altri oggetti, anche se realizzati con plastiche riciclabili  (ad esempio non devono essere gettati nel sacco i giocattoli in plastica), mentre vanno inseriti nel sacco giallo piatti e bicchieri in plastica. Per qualsiasi dubbio consultare l’ABCRifiuti Genova (disponibile anche la app ABCRifiuti).

E’ vero che le posate di plastica usa e getta vanno messe nel grigio (indifferenziato)?
Si, purtroppo questi materiali  non sono considerati imballaggi, pertanto non si possono mettere nel contenitore giallo; come tutto quanto non è confezione o imballaggio o accessorio di imballaggio, che va conferito come indicato nella guida.

Posso usare il sacco di plastica per gettare gli scarti della cucina nella pattumiera?
No. Il sacco di plastica del supermercato o qualsiasi altro sacchetto di plastica non sono utilizzabili in quanto il Dlgs n. 4 del 1601/2008 prevede che “la frazione umida è raccolta separatamente o con contenitori a svuotamento riutilizzabili o con sacchetti biodegradabili certificati”.

Dove si buttano gli assorbenti femminili?
Gli assorbenti femminili tradizionali devono essere gettati nel contenitore dell’indifferenziato (GRIGIO). Esistono in commercio anche assorbenti biodegradabili che possono essere gettati nel contenitore dell’organico (MARRONE), oppure prodotti alternativi all’usa e getta come la coppetta mestruale.

Devo staccare le etichette dai contenitori?
Non occorre. La maggior parte degli impianti di riciclaggio lo fanno automaticamente.

Devo lavare i contenitori?
Non è necessario, l’importante è che vengano svuotati del contenuto.

Dove vanno messi tovaglioli di carta e carta assorbente da cucina?
Nel contenitore dell’organico.

I contenitori stradali rimarranno o saranno tolti?
Saranno rimossi tutti i contenitori stradali. Per i piccoli rifiuti (es: fazzoletti usati, gomme americane, mozziconi di sigarette) e per i sacchetti con gli escrementi del proprio cane, si possono utilizzare i cestini stradali.

Per le deiezioni come bisogna comportarsi?
Per chi è fuori con il cane, per le deiezioni potrà comunque utilizzare i piccoli cestini stradali gettacarta (il cui numero sarà aumentato).

Il servizio di raccolta avviene anche nei giorni festivi?
Sì nei giorni festivi il servizio funziona come per tutti gli altri giorni indicati nel calendario di esposizione consegnato alle famiglie

A chi posso rivolgermi in caso di problemi?
telefono 010 89 80 800
email portaporta@amiu.genova.it