Torna a Servizi

Rifiuti indifferenziati

Nei contenitori dell’indifferenziato o secco residuo NON devono essere gettati le frazioni della raccolta differenziata e i rifiuti ingombranti (mobili, reti, materassi, ecc).

Mettere gli imballaggi di carta, vetro, plastica, lattine e tutte le altre frazioni per le quali è istituita la raccolta differenziata insieme agli altri rifiuti non differenziabili comporta una sanzione di 50 euro. L’abbandono di rifiuti ingombranti è sanzionato con 206 euro.

Amiu gestisce l’intero ciclo di raccolta e trasporto dei rifiuti indifferenziati. Ogni giorno gli operatori svuotano oltre 12.000 cassonetti e contenitori stradali per rifiuti solidi urbani dislocati sul territorio.

L’impegno richiesto da questo servizio è notevole, anche in considerazione delle caratteristiche di Genova e della rete stradale tortuosa e intricata (circa 1.150 km) che rende spesso difficoltoso la sistemazione dei cassonetti e l’impiego di mezzi di raccolta.

I cassonetti vengono svuotati quotidianamente dal lunedì al sabato. In alcune zone della città, tra cui il centro storico e altre zone di grande afflusso, il servizio è effettuato anche la domenica e con più passaggi giornalieri.

In media viene svuotato, quotidianamente, circa il 99% dei cassonetti. In maniera residuale, in alcune strade a bassissima densità di popolazione, il ritiro dei rifiuti avviene a giorni alterni.

In caso di problemi o impedimenti, il servizio viene regolarmente ripristinato nell’arco di 24 ore, salvo coincidenza con giornate festive.

L’orario di deposito dei rifiuti è indicato in appositi adesivi posti sui cassonetti. Rispettare l’orario per gettare i propri rifiuti evita che ci siano inconvenienti igienici o fastidiosi cattivi odori, agevolando il lavoro di svuotamento e lavaggio dei bidoni.

Attraverso una diversa gestione dei cassonetti dei rifiuti, Amiu sta puntando anche al miglioramento del decoro urbano cittadino. Per coniugare le esigenze di gestione rifiuti nel centro storico con quelle di decoro del quartiere, sono stati allestiti sino ad oggi una quarantina di  locali attrezzati chiamati EcoPunti.