Torna a TARI

Come pagare TARI

Il Comune invia avvisi di pagamento che contengono tutte le informazioni necessarie per effettuare il corretto versamento (modalità, scadenze, ecc.) e tutti gli elementi utilizzati per il calcolo del dovuto (superficie, categoria, componenti, tariffa applicata, riduzioni, ecc.) e sono recapitati agli utenti a mezzo posta o via mail o PEC.
All’atto del ricevimento dell’avviso di pagamento è necessario verificare l’esattezza dei dati riferiti all’intestazione, al codice fiscale e/o partita IVA e segnalare eventuali errori.
E’ possibile verificare la correttezza delle informazioni riportate sull’avviso di pagamento contattando gli uffici via mail o telefonicamente al numero verde 800 184 913.

Il pagamento della TARI si effettua utilizzando il modello F24:

  • presso gli sportelli di Poste Italiane e le tabaccherie sul circuito Banca 5, utilizzando il codice a barre presente in fondo a ogni modello F24 allegato all’avviso che consente di acquisire automaticamente tutti i dati senza bisogno di digitarli;
  • online, inquadrando con lo smartphone il QR Code riportato sul retro dei modelli F24, che consente il pagamento tramite carta di credito. La quietanza del pagamento verrà inviata direttamente sulla casella di posta elettronica indicata in sede di pagamento;
  • online (tramite home-banking o Portale dell’Agenzia delle Entrate) indicando il codice IDENTIFICATIVO OPERAZIONE prestampato sui modelli F24 semplificati allegati all’avviso di pagamento che si intende pagare.

Controllare che l’IDENTIFICATIVO OPERAZIONE sia riportato correttamente e integralmente e che corrisponda a quello indicato sul modello F24 precompilato;

  • presso gli sportelli bancari.

Le date di scadenza che cadono di domenica o giorno festivo vengono posticipate al primo giorno feriale successivo.
I soggetti titolari di partita IVA devono effettuare il versamento a mezzo F24 con le modalità loro riservate.

A partire dall’1/1/2021 il versamento degli importi dovuti a titolo di TEFA (tributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente, ex art. 19 D.Lgs. 504/1992 e art. 38 bis D.L. 124/2019) devono essere effettuati con il codice tributo istituito dall’Agenzia delle Entrate.

E’ quindi necessario che, quanto dovuto a titolo di TEFA sia versato distintamente dagli importi dovuti a titolo di TARI, utilizzando i relativi codici tributo al fine che il pagamento sia indirizzato correttamente all’Ente destinatario.

In caso contrario i pagamenti effettuati senza utilizzare i corretti codici tributo non andranno a buon fine.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it.

Codice tributo

Descrizione

Destinatario

3944TARI – Tassa sui rifiutiComune
TEFATributo per l’esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell’ambiente.Città Metropolitana
Per entrambi i codici tributo il Codice Ente da indicare è D969

 

ATTENZIONE: Fino a cessata emergenza sanitaria è preferibile effettuare i pagamenti on line attraverso home banking o tramite smartphone utilizzando QR Code presente sul retro dei modelli F24.

In caso di temporanea situazione di oggettiva difficoltà economica, il contribuente, previa istanza motivata e documentata, può richiedere la dilazione del pagamento entro la scadenza del documento che intende rateizzare (art. 34 del vigente Regolamento TARI).

 

ACCONTO TARI 2021: cosa c’è da sapere

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Genova