Torna a TARI

SCADENZE TARI

Per l’anno 2024 la TARI viene riscossa in acconto e saldo.

L’acconto è pari ai ¾ del dovuto ordinario dell’anno precedente come previsto dall’articolo 29, comma 5 bis, del Regolamento TARI. Lo stesso articolo 29 stabilisce anche le scadenze di pagamento.

Per il versamento del saldo verrà inviato un altro avviso di pagamento.

 

Il Regolamento per la disciplina della TARI, approvato con DCC n. 34 del 22 luglio 2014 e modificato da ultimo con DCC n. 26 del 30/05/2023, stabilisce anche le scadenze dell’acconto e del saldo TARI.

SCADENZE ACCONTO TARI 2024

Utenze Domestiche – ACCONTO

Scadenza prima rata 30 maggio 2024

Scadenza seconda rata 30 giugno 2024

Scadenza terza rata 30 luglio 2024

 

Utenze Non Domestiche – ACCONTO

Scadenza prima rata 15 giugno 2024

Scadenza seconda rata 15 luglio 2024

Scadenza terza rata 15 agosto 2024

Scadenza quarta rata 15 settembre 2024

 

È possibile effettuare il pagamento in un’unica soluzione:

  • Utenze Domestiche entro il 30 maggio 2024
  • Utenze Non Domestiche entro il 15 giugno 2024

 

 Le date di scadenza che cadono di domenica o giorno festivo vengono posticipate al primo giorno feriale successivo.

 

 

Le utenze domestiche possono ricevere via mail avvisi di pagamento e altre comunicazioni TARI compilando il modulo disponibile sul Fascicolo del Cittadino nella sezione “io Contribuente” – Procedimenti TARI – accedendo tramite SPID o CIE al link:

https://www.fascicolodelcittadino.it/

Le utenze NON domestiche possono compilare il modulo presente sullo Sportello Telematico Polifunzionale – accedendo tramite SPID o CIE al link:

https://fascicolo.comune.genova.it/procedure:c_d969:tari;trasmissione.comunicazioni

In caso di variazioni dell’indirizzo mail o PEC, si prega di comunicare tempestivamente i dati aggiornati con le stesse modalità indicate per la richiesta di ricezione via mail dell’avviso TARI.

Gli avvisi di pagamento contengono tutte le informazioni necessarie per effettuare il corretto versamento (modalità, scadenze, ecc.) e tutti gli elementi utilizzati per il calcolo del dovuto (superficie, categoria, componenti, tariffa applicata, riduzioni, ecc.) e sono recapitati agli utenti a mezzo posta o via mail o PEC.

All’atto del ricevimento dell’avviso di pagamento è necessario verificare l’esattezza dei dati riferiti all’intestazione, al codice fiscale e/o partita IVA e segnalare eventuali errori. 

E’ possibile verificare la correttezza delle informazioni riportate sull’avviso di pagamento contattando gli uffici via mail o telefonicamente al numero verde 800 184 913.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare gli uffici e la modulistica necessaria per effettuare le correzioni è disponibile sui siti www.amiu.genova.it oppure www.comune.genova.it.

 

 

 

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito del Comune di Genova