Torna a Azienda

Progetti europei

AMIU ha scelto di inserire la progettazione europea tra le leve strategiche del proprio piano industriale, con l’obiettivo di mettere a sistema AMIU con il mondo dell’innovazione, della ricerca, dell’impresa e della formazione.

L’obiettivo di questa scelta è inserire AMIU nel contesto europeo perché possa beneficiare:
• delle opportunità offerte dalla ricerca di settore;
• della partecipazione a progetti capaci di apportare competenze e risorse;
• della possibilità di contribuire alle politiche e alle normative locali, nazionali ed europee sui temi che riguardano l’azienda;
• dello scambio e del confronto con l’industria del recupero dei rifiuti e delle nuove risorse.

AMIU mantiene un rapporto attivo con diversi enti pubblici e organizzazioni private italiani, stranieri ed europei per lo sviluppo di proposte progettuali a valere sui diversi programmi di finanziamento europei.
E’ inoltre stakeholder di altri progetti europei, ai quali contribuisce senza ritorno economico ma beneficiandone in termini di scambio e relazione.

PROGETTI IN CORSO

LIFE TACKLE

Programma LIFE

Il progetto è iniziato il 1 settembre 2018 e terminerà il 30 settembre 2021, per una durata di 37 mesi.

L’obiettivo del progetto è di accrescere la consapevolezza e potenziare le prassi dei principali attori coinvolti negli eventi sportivi per migliorare la gestione ambientale degli eventi calcistici.

Per questo progetto Amiu lavora assieme alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, le Associazioni Nazionali di Calcio per l’Italia, la Svezia e la Romania, Euractiv (un network mediatico indipendente specializzato in politiche europee), ACR+ (un network di città e regioni per promuovere l’economia circolare) e LIPOR (azienda di raccolta dei rifiuti pubblici portoghese).

In concreto, questo progetto volge ad analizzare il livello di sostenibilità ambientale, in particolare dei rifiuti, nella gestione di eventi calcistici (prima durante e dopo una partita di calcio) e stilare delle linee guida che verranno implementate e testate per poi essere replicate durante la UEFA EURO 2020.

Amiu partecipa alla stesura delle linee guida e coinvolgerà tutti gli attori locali che si riferiscono allo Stadio Ferraris di Marassi, che è uno dei 10 stadi pilota del progetto. Nello stadio di Marassi verranno testate le linee guida per migliorare gli aspetti di gestione ambientale e sensibilizzare la popolazione sui temi ambientali.

FORCE
Programma Horizon 2020

http://www.ce-force.eu/

Il progetto è partito il 1 settembre 2016

L’obiettivo generale del progetto – che coinvolge 22 partner a livello europeo – è ridurre al minimo la dispersione di risorse dall’economia lineare e rimetterle nel ciclo, secondo una logica di economia circolare, sviluppando soluzioni eco-innovative e partecipative su quattro flussi di materiali: plastica, legno, Raee e rifiuti organici.

In particolare, si intende far rientrare nel processo economico risorse che possano diventare nuovi prodotti o materie prime da inserire nuovamente nel ciclo tecnologico e anche in quello biologico.
Le città interessate dal progetto sono 4 e ciascuna ha in capo una filiera di rifiuto: Copenhagen (capofila) si occupa della plastica, Amburgo dei rifiuti elettrici ed elettronici, Genova del legno e Lisbona dei rifiuti organici.
Ogni città svilupperà la sua filiera nel suo contesto locale insieme a un partenariato di territorio e dovrà poi realizzare attività pilota sulle altre tre filiere.
Per Genova sono coinvolti, oltre ad AMIU, il Comune di Genova, il polo tecnologico Ticass e le imprese Ecolegno e Active Cells.

Il progetto durerà 4 anni.

FORCE_Newsletter_n1

STUDIO PER IL TRATTAMENTO DEL PERCOLATO DA DISCARICA MEDIANTE PROCESSI BIOLOGICI INTEGRATI.
Finanziato nell’ambito del Programma Operativo FESR della Regione Liguria 2014-2020
Il progetto intende sviluppare e validare un innovativo ciclo integrato per la gestione del percolato da discarica, per risolvere i problemi ambientali legati alla presenza di tali reflui, garantendo la sostenibilità economica ed ambientale.
Collaborano al progetto anche il polo regionale di ricerca TICASS e il Dipartimento di Ingegneria Civile, Chimica e Ambientale (DICCA) dell’Università di Genova.
Il progetto durerà due anni e sarà sviluppato all’interno del sito della discarica di località Birra a Busalla gestito da AMIU.

PROGETTI IN FASE AFTERLIFE

WEEENMODELS
Programma LIFE +

http://www.weeenmodels.eu/

Il progetto si pone l’obiettivo di raggiungere un efficiente sistema logistico e di gestione dei servizi di raccolta dei RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche), in inglese WEEE: Waste Electric and Electronic Equipment.
Tra le iniziative previste nell’ambito del progetto: la realizzazione di un’innovativa rete logistica per la raccolta dei piccoli RAEE, un nuovo centro di raccolta cittadino, la creazione di una procedura per
l’identificazione di parti di AEE in disuso che possono rientrare nel ciclo produttivo.
I partner del progetto sono il Comune di Genova (capofila), AMIU, la società di consulenza T-Bridge, l’Agenzia di Sviluppo Gal Genovese, l’Università di Modena e Reggio Emilia e il partner tedesco Institut
gemeinnützige Gesellschaft di Halle.
Avviato a settembre 2013 il progetto è terminato a dicembre 2016.

PROGETTI CONCLUSI

SCOW
Programma di programma di cooperazione internazionale ENPI CBC MED

http://www.biowaste-scow.eu/

AMIU ha partecipato al progetto per realizzare un sistema integrato e sostenibile di raccolta e gestione dell’organico che assicuri metodi sostenibili di trattamento e pratiche di prevenzione in aree turistiche, attraverso la costituzione di impianti di compostaggio

MED3R
Programma di programma di cooperazione internazionale ENPI CBC MED

http://www.med-3r.org/index.php/fr

Insieme al Comune di Genova, AMIU ha partecipato allo sviluppo di sistemi integrati di gestione dei rifiuti urbani efficaci, virtuosi e adatti ai contesti locali, in particolare con due azioni pilota sulla raccolta dell’organico e della plastica.