Torna a Servizi

Ecopunti

Il Centro Storico di Genova, in cui vivono oltre 20.000 persone su 113 ettari, per la sua densità abitativa e per il suo valore turistico necessita di un trattamento particolare per l’igiene del suolo (più lavaggi stradali al giorno e operatori dedicati ai percorsi turistici), per il sistema di raccolta dei rifiuti (svuotamenti più frequenti di cestini e cassonetti e disinfezione settimanale dei cassonetti) e per la raccolta differenziata.

Per la differenziata è prevista la raccolta porta a porta del cartone, del rifiuto organico e del vetro presso gli operatori commerciali.
L’area del Centro Storico è servita dagli EcoPunti, ex magazzini a piano strada che ospitano i contenitori per la raccolta dei diversi materiali.
Gli EcoPunti sono utili per togliere i cassonetti dei rifiuti da zone di pregio e dagli itinerari turistici, creando spazi dedicati alla differenziata anche nei vicoli.

Per scoraggiare l’uso improprio, garantendo il corretto recupero dei diversi materiali, Amiu ha attivato un progetto di EcoPunto ad accesso controllato. L’accesso non è libero ma serve un badge elettronico personale distribuito da Amiu.
All’interno si trovano tutti i contenitori della differenziata, compreso l’umido. Sono dotati di un controllo di videosorveglianza e di un sistema antintrusione ratti. L’orario di accesso è quello indicato nell’ordinanza comunale 2018/130 del 24/04/2018: dalle ore 7 alle ore 22 di tutti i giorni (per i commercianti orario libero tutti i giorni).

I 9 Ecopunti ad accesso controllato già realizzati sono in:

  • Vico San Cristoforo * (zona Prè)
  • Vico Durazzo * (zona Prè)
  • Piazza Santa Sabina * (zona piazza della Nunziata)
  • Piazza Santa Sabina (zona piazza della Nunziata)
  • Via dei Fregoso (zona Ghetto)
  • Salita dell’Oro (zona Lomellini)
  • Vico Spinola (zona Maddalena)
  • Vico Scienza (zona Maddalena)
  • Vico Giannini (zona Sottoripa)

(* riservati ai commercianti)

Nel corso del 2019 è previsto l’ulteriore sviluppo del progetto con l’avvio di altri 10 Ecopunti ad accesso controllato con card.
Si parte da un primo gruppo con la riconversione di 4 Ecopunti tutti situati nella zona della Maddalena, la cui è apertura è prevista entro luglio 2019, conclusi i lavori di ristrutturazione:

  • Via della Maddalena 17 r
  • Via della Maddalena 43 r
  • Vico del Trogoletto 19 r
  • Vico Gattagà 4 r

Il programma per il secondo semestre del 2019 riguarderà l’area Banchi / Orefici / San Lorenzo.
In questa zona è prevista la dismissione di 3 Ecopunti non più idonei per motivi di sicurezza e mantenimento del decoro: il primo in vico Scuole Pie (zona San Lorenzo), gli altri due in vico De Marini (zona Banchi). Un altro Ecopunto in vico Indoratori fronte civico 10 sarà chiuso per motivi di funzionalità operativa. In buona sostanza per questi 4 Ecopunti è prevista la chiusura con conseguente restituzione ai proprietari.
Sempre nel secondo semestre 2019 partirà la trasformazione ad accesso controllato di 4 degli attuali Ecopunti:

  • Vico Indoratori 1 a
  • Vico Serra 5
  • Vico Serra 7
  • Via Tommaso Reggio

Si aggiungeranno altri 2 Ecopunti di nuova acquisizione che saranno allestiti secondo le modalità di locali ad accesso controllato:

  • Vico Brignole (zona Maddalena, locale di proprietà del Comune)
  • Vico della Neve (zona San Matteo, locale in locazione da privati)

Per il primo (vico Brignole), di proprietà del Comune di Genova, è in corso la concessione con scadenza 2025. Per il secondo (vico della Neve) è stato invece sottoscritto un contratto di locazione con privati (6+6) con decorrenza maggio 2019.
Quindi nel secondo semestre 2019 entreranno in funzione complessivamente altri 6 Ecopunti ad accesso controllato con card.

La riqualificazione degli Ecopunti è un impegno che Amiu aveva preso nei confronti della città che ha mantenuto lavorando per trovare una soluzione che tuteli la sicurezza dei cittadini e assicuri il decoro.